Palme in Duomo, atto vandalico del razzisti

Potevano piacere o non piacere, ma la polemica è stata ricondotta ad un odio verso i meridionali e verso gli stranieri. Un episodio di “razzismo botanico” che ha portato, stanotte, ad un tentativo di dare fuoco all’istallazione, con il risultato di bruciare una palma e danneggiarne due.
Povera palma. Era venuta in italia per farsi fotografare da turisti e cittadini, per farsi tre anni in centro con il panorama del Duomo, ed è stata bruciata da un vandalo.
I presìdi di Forza Nuova e Lega hanno poi portato ad un atto vandalico: ciò va precisato per ricordare che la violenza verbale spesso porta alla violenza fisica.
Ai razzisti livorosi, che dicono che “ormai Milano è dei meridionali”, dedico questa vignetta un po’ “binaria”:

carunchio

Advertisements

11 pensieri su “Palme in Duomo, atto vandalico del razzisti

  1. Atto vandalico con conseguenze punitive, dal momento che tutto è stato registrato.
    Secondo alcuni architetti, per i monumenti importanti, l’estetica suggerirebbe una piazza sgombra da piante, come piazza S. Pietro in Roma, ad es.

    Mi piace

    • Quantunque, delle aiuole potrebbero pure metterle in piazza S.Pietro, ma la Raggi non ha voce in capitolo, perché è la piazza di uno stato estero; è competenza del Papa decidere in merito.
      Visto che la tendenza è del tipo: “nord chiama sud” con le palme per Milano, potrebbe andare allora: “sud chiama nord” con piante di climi nordici, chessò, licheni della steppa, per esempio, che sono organismi simbiotici, risultanti dalla convivenza di un’alga (cianobatterio) e di un fungo (appartenente ai protisti, a loro volta n’è animali n’è piante).
      A differenza delle piante vere e proprie, si nutre di composti organici, purificando l’aria cittadina dalle sostanze inquinanti.
      Simbolico sarebbe il messaggio del Papa, per un mondo simbiotico di protisti e non di proteste.
      Adornate di licheni i vostri balconi, ma ricordatevi di metterci pure qualche blocchettino di ghiaccio, per farli sentire a casa loro.
      E’ l’unico modo per far venire i cosacchi a piazza San Pietro.

      Mi piace

Dimmi la tua su questo articolo!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...